FAQ

Da questa sezione il MIUR risponde ai quesiti posti dai partecipanti alla procedura


1: Nell’ambito del criterio 1 di valutazione “Coerenza, affinità e sinergia tra gli obiettivi del progetto e quelli del grant ERC, in particolare per le prospettive di sviluppo e patrimonializzazione della ricerca oltre i limiti temporali del grant ERC", cosa si intende per "patrimonializzazione della ricerca"?
Per prospettive di patrimonializzazione della ricerca oltre i limiti temporali del grant ERC, deve intendersi come ci si propone di attuare un effetto strutturale sulle attività di ricerca stesse che continui anche dopo la conclusione del progetto finanziato da ERC.
2: ERC Grants del 7° Programma quadro. Ho un ERC grant ottenuto nel 2012 in una delle ultime call FP7. Il mio progetto finira' il 30 Settembre 2017. Posso chiedere il finanziamento FARE?
Solo i soggetti vincitori di un ERC grant nell’ambito di Horizon 2020 sono ammissibili. Il bando relativo all’intervento FARE è previsto nel quadro del Programma nazionale per la Ricerca vigente, che si pone in linea con l’attuale programmazione europea in materia di ricerca, Horizon 2020.
3: ERC Grants del 7° Programma quadro. I soggetti ammessi a presentare la proposta progettuale nell’ambito del bando FARE sono solo i Principal Investigator vincitori di grants ERC nell’ambito di Horizon2020, oppure sono contemplati anche quelli del 7° Programma quadro?
Solo i soggetti vincitori di un ERC grant nell’ambito di Horizon 2020 sono ammissibili. Il bando relativo all’intervento FARE è previsto nel quadro del Programma nazionale per la Ricerca vigente, che si pone in linea con l’attuale programmazione europea in materia di ricerca, Horizon 2020.
4: Portabilità ed ammissibilità. Nel corso del 2015 ho vinto un ERC grant presso un’Istituzione estera. Nel 2016 ho trasferito il mio ERC grant, ora già attivo, presso un’Università italiana. Posso partecipare al bando FARE?
Si, se il grant agreement è stato emendato alla data del 28 ottobre 2016.
5: Host Institution del progetto FARE e budget. Il mio progetto ERC comprende una Host ed una Partner Institution, entrambe università italiane. Posso organizzare il progetto che intendo sottoporre per il finanziamento FARE delegando la gestione di una parte del budget alla Partner Institution?
No.
6: Portabilità. Se è stata chiesta la portabilità di un grant ERC verso l'Italia, ma l’amendment al Grant Agreement non è stato ancora firmato, considerato che il Grant Agreement emendato avrà effetto retroattivo, il PI può essere considerato eleggibile per l’avviso FARE?
No. L’articolo 3, comma 3, della procedura prevede che il Grant Agreement debba risultare già emendato alla data di pubblicazione della Procedura sul sito istituzionale del MIUR, ovvero alla data del 28 ottobre 2016.In mancanza dei prerequisiti previsti dal bando, i progetti sono considerati non ammissibili.
7: Host Institution del progetto FARE Il PI di un progetto ERC che coinvolga due istituzioni, entrambe italiane, una Host Institution ed una Partner Institution, può presentare la domanda per un progetto FARE indicando come Host Institution l'istituzione partner del progetto ERC?
No, la Host Institution del progetto FARE deve corrispondere a quella del progetto ERC.
8: Durata del progetto finanziato dal MIUR L’art. 5.7 del bando prevede che il periodo di svolgimento delle attività progettuali debba essere parametrato al tempo residuo del progetto ERC. A questo riguardo, se il progetto ERC ha decorrenza 01/10/2016 e scadenza a 60 mesi, la durata del Progetto FARE deve essere di 5 anni o potrà anche essere più corta?
No. La durata del progetto FARE deve equivalere alla durata residua del progetto ERC. In questo caso, dovrà essere, quindi, di cinque anni.
9: ERC grants del 7° Programma quadro. Un PI con un progetto ERC finanziato nell'ambito del 7° Programma quadro, con due anni di progetto residui, può partecipare alla procedura di selezione prevista dall'intervento FARE?
Solo i soggetti vincitori di un ERC grant nell’ambito di Horizon 2020 sono ammissibili. Il bando relativo all’intervento FARE è previsto nel quadro del Programma nazionale per la Ricerca vigente, che si pone in linea con l’attuale programmazione europea in materia di ricerca, Horizon 2020.
10: Durata del progetto FARE. A fronte, per esempio, di 5 anni di progetto ERC da svolgere, si può proporre un progetto FARE della durata di 3 anni per un contributo fino al 12%, qualora per lo svolgimento di questa attività tre anni fossero sufficienti?
No. La durata del progetto FARE deve equivalere alla durata residua del progetto ERC. In questo caso, dovrà essere, quindi, di cinque anni. Si rammenta, comunque, che la durata residua del progetto ERC dovrà essere calcolata alla data del 26 gennaio 2017. Nel caso prospettato, ovvero un progetto ERC iniziato il 1° ottobre 2016, questo presenterà, al 26 gennaio 2017, un tempo residuale di 4 anni ed 8 mesi circa; pertanto, si dovrà presentare un progetto a valere sulla Procedura “FARE” di cinque anni di durata, parametrato, in termini finanziari, a cinque anni di progetto ERC.
11: Vi è la possibilità, dopo aver chiuso definitivamente la domanda online, di chiederne la riapertura o la cancellazione?
No. All’art. 7, comma 1, della Procedura viene stabilito che “fino alla scadenza fissata per la presentazione è possibile modificare una proposta non ancora chiusa definitivamente”; pertanto, una domanda, una volta presentata, viene “cristallizata” e non è più modificabile. D’altro canto, la modalità provvisoria è utile proprio per verificare la correttezza dei dati inseriti dal PI e effettuare i dovuti controlli fino alla scadenza dei termini previsti per la presentazione delle proposte. Pertanto, una volta chiusa la proposta, questa non può essere né riaperta, né cancellata.
12: Relativamente al criterio 1 di valutazione “Coerenza, affinità e sinergia tra gli obiettivi del progetto e quelli del grant ERC, in particolare per le prospettive di sviluppo e patrimonializzazione della ricerca oltre i limiti temporali del grant ERC", come viene valutato un progetto che comprende ricerca applicata?
I criteri di valutazione sono stati stabiliti dal CNGR. Saranno i Comitati di selezione a curare la valutazione dei progetti, come da DM 594/2016. L’amministrazione, pertanto, non può entrare nel merito della valutazione, deferita ad organi tecnici.
13: In fase di presentazione della proposta progettuale, è possibile chiedere che vengano esclusi alcuni valutatori.?
No. La Procedura non prevede questa opzione.
14: Nella modulistica vengono indicate limitazioni di campo. Per esempio, l'abstract del progetto ERC ha un limite di 3000 caratteri. E' necessario rispettare questa limitazione?
Si, è necessario rispettare le limitazioni di campo previste.
15: Sono PI di un progetto ERC iniziato il primo di giugno del 2016 della durata di 5 anni. La durata del progetto FARE deve essere di 4 o di5 anni?
La durata del progetto FARE corrisponde alla durata residua del progetto ERC alla data del 26 gennaio 2017 (come indicato all’art. 5, comma 5, della Procedura), approssimata per eccesso o per difetto: per esempio, 4 anni e 7 mesi si approssimano a 5 anni, mentre 4 anni e 5 mesi si approssimano a 4 anni.
16: E' corretto asserire che, nel progetto FARE, il PI (o eventuali altri soggetti strutturati o pagati con altri fondi di Ateneo) può rendicontare le ore corrispondenti alla sola attività di coordinamento?
Sono considerati ammissibili i costi relativi alla valorizzazione dei mesi/persona dedicati ai progetti da ricercatori, tecnologi ed assegnisti a tempo determinato contrattualizzati ad hoc per il progetto e/o dottorandi dedicati esclusivamente al progetto; il PI, pertanto, non rientra tra i costi ammissibili, in considerazione del fatto che il progetto ERC copre il 100% dei costi di questi e che non vi può essere una duplicazione di copertura finanziaria. Inoltre, la procedura richiede esclusivamente che il PI svolga una funzione di supervisione delle attività del progetto FARE, in quanto contigue al progetto ERC.
17: Nelle previsioni di budget del progetto FARE, esistono vincoli percentuali per le diverse tipologie di spesa?
No, non sono previsti vincoli, ma in sede di valutazione sarà analizzata l’adeguatezza del piano finanziario. Si ricorda, inoltre, che le spese generali sono calcolate nella misura del 60% delle spese di personale.
18: Sono vincitore di un ERC 2016 consolidator e ho ricevuto la comunicazione a fine novembre 2016. Sono eleggibile?
No. Solo con riferimento al bando ERC-2016-StG, coloro che abbiano ricevuto la comunicazione di riconoscimento del grant ERC, alla data del 28 ottobre 2016, possono partecipare alla procedura, congiuntamente a coloro che a quella data abbiano già stipulato il Grant Agreement,
19: Perché si richiede il caricamento dell’intero Grant Agreement ERC e, separatamente, dell’abstract del progetto ERC?
Perché i due documenti saranno utilizzati, rispettivamente, dagli Uffici amministrativi e dai valutatori.
20: Viene chiesto l'abstract del progetto ERC sia in Italiano che in Inglese, ma quello originale è solo in Inglese. L'abstract va tradotto in Italiano?
Si.
21: Quando saranno pubblicati i risultati della selezione?
Al termine delle procedure di valutazione, ed in accordo con la tempistica di cui al DM 594/2016, l’Amministrazione renderà noti i risultati.
22: Quale deve essere la durata del progetto FARE?
La durata del progetto FARE è commisurata alla durata residua del progetto ERC. Quindi, ad un progetto ERC non ancora iniziato deve corrispondere un progetto FARE della durata di 5 anni.
23: Bisogna includere il contributo del 60% (voce E, spese generali) nel calcolo del budget massimo richiedibile?
Si.
24: Cosa si intende esattamente per il criterio di valutazione "Azioni specifiche per mettere a disposizione strategie, tecniche e strumentazione ai ricercatori dell’organizzazione ospitante"? Si puo' avere un esempio concreto?
Ci si aspetta che il progetto generi nuove tecniche e/o expertise e che permetta di acquisire strumentazione avanzata e/o di instaurare collaborazioni di livello internazionale. Si valuterà in che misura il PI ed il suo gruppo intendono condividerne i vantaggi (e la loro rilevanza) con gli altri membri dell’Istituzione ospitante. Esempi: messa a punto di una nuova tecnologia e conseguente training dei ricercatori del laboratorio ospitante per il suo utilizzo, acquisizione di una nuova strumentazione il cui utilizzo possa essere condiviso.
25: La domanda va compilato a scelta in italiano o in inglese, oppure in entrambe le lingue?
Come disposto dall’art. 7 della Procedure, le domande di partecipazione devono essere presentate in lingua italiana e in lingua inglese, a pena di esclusione ed irricevibilità.
26: Al punto 19 viene richiesto di caricare il progetto ERC, composto da due parti, B1 e B2. E' possibile caricare un unico allegato. Bisogna, quindi, unire le due parti in un unico allegato?
Si.
27: Occorre accludere la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà del Principal investigator anche in inglese?
La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, presente in entrambe le versioni, in inglese ed in italiano, nel sito dedicato alla procedura, deve essere caricata in entrambe le lingue.
28: I limiti di caratteri indicati nelle diverse sezioni sono tassativi?
SI
29: Quali sono le Host Institutions che possono beneficiare della Procedura?
Gli enti e le Università ammissibili, ai sensi del DM 594/2016, sono esplicitamente elencati nell’apposita sezione (denominata "enti partecipanti") di questo sito dedicato alla Procedura FARE.
30: I costi del personale RTD sono rendicontabili al 100%?
Si. Per il personale a contratto (RTD, assegnisti, dottorandi, ecc.) appositamente reclutato per il progetto, in sede di rendicontazione saranno ritenuti ammissibili tutti costi sostenuti fino alla scadenza temporale del progetto stesso.